Fino al 28 febbraio 2016

Roma – Palazzo delle Esposizioni.

Destinazione Hollywood. La rivoluzione dei registi europei.

La Hollywood dei tempi d’oro, come la conosciamo e amiamo, fu in buona parte un’invenzione europea. Per motivi economici o per sfuggire alle dittature, molti registi del vecchio continente emigrarono in California negli anni ’20 e ’30, finendo per espugnare gli studios e dar vita a una stagione creativa irripetibile: erano soprattutto austriaci e tedeschi, ma anche polacchi, ungheresi, francesi, inglesi, ucraini, moldavi…
Alternando e mettendo a confronto film europei e americani di epoche diverse, la rassegna rende omaggio a questa schiera di autori entrati di diritto nella storia del cinema, da Lubitsc a Lang, da Wilder a Siodmak, da Ophuls a Hitchcock, da Murnau a Zinnemann.
Un’occasione unica per riscoprire tanti capolavori, ma anche per riflettere sul drammatico contesto storico che spinse molti artisti a lasciare il proprio Paese, nonché su quell’incontro (non sempre facile) tra il pragmatismo della cultura americana e la sensibilità e le inquietudini europee.

Info: http://www.palazzoesposizioni.it/events/Rassegna.aspx?idr=144

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui