Fino all’11 settembre 2016
Roma – Complesso del Vittoriano Ala Brasini
Alphonse Mucha.

“L’artista deve rimanere fedele a se stesso e alle proprie radici nazionali” amava ripetere Alphonse Mucha (Ivančice, 24 luglio 1860 – Praga, 14 luglio 1939), pittore e scultore ceco, massimo esponente dell’Art Nouveau, la cui prima grande retrospettiva dedicata si è appena aperta al Complesso del Vittoriano.
Il progetto espositivo nato sotto l’egida dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano e con il patrocinio della Regione Lazio, organizzato e prodotto da Arthemisia Group in collaborazione con la Fondazione Mucha e curato da Tomoko Sato, si compone di oltre 200 opere tra dipinti, manifesti, disegni, opere decorative, gioielli e arredi, che concorrono a ripercorrere l’intero percorso creativo di Mucha, il più osannato artista europeo a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento.
Famoso soprattutto per le sue meravigliose e sensuali raffigurazioni femminili dalle linee seducenti, avvolgenti, morbide che rimandano a personaggi fiabeschi, l’artista ceco fu un grande sperimentatore di stili e nuove soluzioni.

INFO: http://www.ilvittoriano.com/mostra-alphonse-mucha-roma.html

Biglietti: Intero € 13,00, Ridotto € 11,00.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui