della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo, Specialista in Endocrinologia.

Ci sono  sempre più evidenze scientifiche e importanti motivazioni  per  evitare l’uso dell’olio di palma nella nostra alimentazione.
L’olio di palma è uno degli olii per uso alimentare più usati al mondo (incredibile eh?!); contiene un’alta percentuale, 50% circa, di grassi saturi che lo rende particolarmente pericoloso per la salute di arterie e cuore. 

L’uso occasionale di piccole quantità non può  essere considerato nocivo, ma c’è allarme per i rischi legati ad un uso continuo e prolungato  nel tempo, a cui sono esposti i bambini.

Il  successo di quest’olio deriva dal suo bassissimo costo e dalla sua estrema maneggevolezza industriale che lo ha fatto diventare un ingrediente prezioso per cracker, biscotti, merendine, precotti ed altro ancora.

Poco tempo fa era stato il WWF a lanciare l’allarme contro la sua produzione, in difesa di foreste e ampie zone boschive dell’Indonesia distrutte per favorire la coltivazione di palme: un affare da milioni di dollari e  un mercato in continua espansione. 

Molte associazioni dei consumatori, inoltre, visto l’uso sempre più diffuso, hanno spinto per una norma che obblighi le  industrie alimentari a dichiarare esplicitamente sull’etichetta la sua presenza nel prodotti che acquistiamo e non più come ”olio o grasso vegetale”.

Cominciano poi ad arrivare dal mondo scientifico risultati di ricerche sempre più importanti sugli effetti deleteri del palmitato. E’ stato recentemente pubblicato un lavoro sulla rivista ”Diabetologia” in cui l’olio di palma, contenuto in pratica in tutti i  biscotti e i prodotti da forno industriali, sarebbe una causa importante di diabete perché danneggia o distrugge le cellule beta-pancreatiche  che producono  l’insulina. Questo effetto è mediato da una proteina che traduce in danni una dieta troppo ricca di grassi saturi.

Quindi occhio alle etichette: facendolo proteggeremo il nostro benessere e quello dei nostri bambini ma anche la salute del nostro pianeta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui