della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Numerosi studi recenti pongono l’attenzione sull’eccessivo peso dei bimbi italiani, soprattutto in età scolare.
Alcune ricerche hanno rilevato che il 40 % dei ragazzi tra i 6 e i 14 anni sono in sovrappeso e sono dati allarmanti, considerando le conseguenze del sovrappeso sulla salute in età adulta.
Fondamentali sono i primi due anni di vita del bambino e addirittura c’è qualcuno che sostiene che la dieta seguita dalla mamma durante la gravidanza possa influenzare il peso del bimbo.
In ogni caso, è necessario educare i nostri figli ad un’alimentazione giusta, sana e controllata; sovrappeso ed obesità sono quasi sempre il risultato di un’errata alimentazione e dell’eccessiva sedentarietà; modificare le abitudini e lo stile di vita di questi bambini deve essere una priorità da parte della scuola e dei genitori, che devono essere adeguatamente informati.
Dobbiamo evitare che i bimbi in sovrappeso oggi diventino adulti obesi domani.
Una dieta sana che riduca le calorie ingerite quotidianamente, fornendo tutti gli altri elementi di cui l’organismo ha bisogno: è da qui che dobbiamo partire , tra l’altro, per far si che il nostro sistema sanitario  possa evitare gli alti costi consequenziali alle cure delle patologie cosiddette “del benessere”.
In questo periodo di crisi soprattutto, vista la riduzione della capacità di spesa delle famiglie, il rischio è che questi dati possano peggiorare per la scelta di cibi a basso costo, spesso ad alto contenuto calorico, e per la ridotta possibilità di frequentare corsi ed attività sportive.
Ma le regole per una corretta alimentazione possono anche far risparmiare.
Intanto non comprate quello che sostanzialmente non serve: snack fritti, merendine farcite, creme spalmabili, bevande gassate e succhi di frutta ricchi di zucchero. Meglio dare ai bimbi cibi semplici, riconoscibili,  gli alimenti che hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo possono dare origine ad una dieta variata e completa con proteine ad alto valore biologico fondamentali per la crescita, come uova, latticini e legumi.
Genitori, offrite ai vostri bimbi cibi non elaborati accompagnati sempre da frutta e verdura: una corretta alimentazione e una buona attività fisica sono l’unica arma sicura per arrestare l’obesità infantile.
Il cosiddetto cibo-spazzatura, come merendine, biscotti, caramelle eccetera, non solo fa ingrassare, ma fa anche aumentare il rischio di contrarre le malattie cardiovascolari di cui soffrono le popolazioni ricche come diabete, ipertensione e ipercolesterolemia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui