ANCHE I CAPELLI SOFFRONO LO SMOG
della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Un inverno così asciutto lo ricorderemo anche per i pericolosi livelli di inquinamento raggiunti soprattutto nelle grandi città: le alte concentrazioni delle polveri sottili e la presenza di altre sostanze dannose hanno messo a rischio la nostra salute. Un particolare aspetto riguarda anche l’effetto dello smog sulla perdita e il danneggiamento dei capelli.
Secondo i dermatologi, il fusto dei nostri capelli assorbe tutto quello che c’è nell’ambiente in cui viviamo: odori, fumo di sigaretta, polveri ed inquinanti vari. Questi agenti provocano innanzitutto un danno estetico, rendendo la nostra chioma sporca e opaca con maggiore facilità alla caduta; in aggiunta le sostanze tossiche assorbite possono depositarsi sulla pelle, provocando reazioni irritative fino a vere e proprie dermatiti. Questo effetto è massimo in presenza nell’aria di alti livelli di ozono, monossido di carbonio ed altri inquinanti, in definitiva quando il livello di quello che chiamiamo per semplicità ”smog” raggiunge i livelli massimi.
Lavare spesso i capelli può essere d’aiuto, coprire i capelli con un cappellino, oltre che diminuire il contatto con gli inquinanti, protegge anche dal freddo che, seccando eccessivamente la cute, la espone maggiormente alle aggressioni ambientali.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui