della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Nonostante i richiami riguardo alla necessità di una prima colazione salutare per affrontare la nostra giornata e la crescita a livello internazionale dell’appeal di questa consuetudine da condividere in famiglia per iniziare il giorno con energia e gratificazione, in Italia sempre più persone evitano la colazione.
Una ricerca recente ha dimostrato che ormai quasi il 30% delle persone salta o limita la colazione ad un caffè preso al volo prima di andare al lavoro.
Sappiamo che è uno dei pasti più importanti della giornata e anche a livello nutrizionale dopo il digiuno notturno il nostro corpo ha bisogno di una ricarica che possa, con il favore metabolico diurno, fornire energia e utili fattori nutritivi, ma spesso si preferisce restare a letto qualche minuto di più, oppure travolti dai ritmi serrati del mattino bambini-scuola-traffico-ufficio si sta perdendo l’abitudine mattutina del caffellatte caldo con fetta biscottata o una fetta di dolce da consumare lentamente con i propri cari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui