della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Una definizione usata per le eroine dei romanzi rosa che si struggono d’amore è diventata oggetto di uno studio che ha coinvolto equipe di ricercatori internazionali. E così esiste, il crepacuore è una vera e propria malattia, colpisce le donne ed è pericolosa quanto l’infarto vero e proprio.
Il nome scientifico è sindrome di Takotsubo, nome che deriva dal giapponese e vuol dire ”vaso per i polpi” perché il cuore assume una forma a palloncino che ricorda quella di un vaso.
E’ una cardiomiopatia da stress che colpisce soprattutto le donne (9:1) dopo un lutto (30% dei casi) o dopo uno stress fisico importante come un intervento chirurgico (36%) e spesso si associa a depressione.
Si manifesta come un infarto: dolore al petto ed affanno improvviso con alterazioni dell’ecg, ma la coronarografia che viene eseguita in questi casi per un sospetto infarto, si rivela sorprendentemente normale. Ad un’osservazione attenta non può sfuggire però la forma a palloncino che assume il cuore a causa di un restringimento reversibile dei piccoli vasi, reversibile si, ma nel frattempo il cuore non riesce a svolgere sufficientemente la sua funzione di pompa con conseguente shock cardiogeno a volte fatale.
Romanzieri e poeti hanno scritto pagine e pagine sul mal d’amore, considerato il più potente dei sentimenti umani, in tutte le sue sfumature della passione, descrivendolo con turbamento, pietà, a volte con sarcasmo o parole di derisione.

Questa poesia vale più di tante descrizioni scientifiche

”…e così
il cuore nel mio petto ha sussultato,
ti ho gettato uno sguardo e tutt’a un tratto
non ho più voce,
no, la mia lingua è come spezzata,
all’improvviso un fuoco lieve è corso
sotto la pelle, i miei occhi non vedono,
le orecchie mi risuonano,
scorre un sudore e un tremito mi prende
tutta, e sono più pallida dell’erba,
è come se mancasse tanto poco
ad esser morta….

Saffo, VII sec. a.C.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui