LA FATINA DELLA DIETA
della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Si parla tanto della curcuma, un’antica spezia orientale di cui si è favoleggiato per molto sui possibili benefici sulla nostra salute. Ma solo ultimamente, in seguito a studi scientifici più accurati, è migliorata la conoscenza sulle sue proprietà.
Intanto, responsabile dei suoi benefici è la curcumina, e proprio usando estratti di curcumina si sono valutati i potenziali effetti positivi nell’obesità e nella prevenzione di diabete.
Per nove mesi 250 mg di curcumina sono stati somministrati a soggetti predisposti al diabete; al termine dell’esperienza il numero degli individui che hanno sviluppato diabete è stato più basso rispetto al controllo, con miglioramento della funzionalità del pancreas e di vari parametri di laboratorio, oltre a una efficace riduzione del peso corporeo.
Proprio questo parametro invece è stato oggetto di un altro studio per valutare se l’assunzione di curcumina potesse in qualche modo influenzare positivamente la gestione del peso corporeo in soggetti in sovrappeso.
In effetti, i risultati sono per adesso positivi e incoraggianti: aumento della perdita di peso, riduzione del girovita e della circonferenza fianchi; la curcumina potrebbe essere in grado di bloccare la produzione di sostanze endogene che provocano aumento dell’appetito soprattutto sotto stress.
In entrambi i lavori, la curcumina è stata aggiunta alla dieta e allo svolgimento di attività fisica regolare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui