della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

La perdita di peso a lungo termine del 5%-10% può essere impegnativa ma è importante per la salute; un recente lavoro su 300.000 obesi indica che il gruppo che aveva realizzato una perdita di peso anche minima (di media 7 kg in 3 anni) aveva ottenuto un rischio inferiore di morte prematura.
La lotta all’obesità salva la vita. Spesso le semplici norme di dieta sana e più esercizio fisico possono essere efficaci, ma lo stress, l’attività lavorativa e le cattive abitudini fanno fallire le buone intenzioni e la ricerca tenta di venire incontro alle esigenze di chi, per vari motivi, non riesce a stare a dieta.
L’ultima novità si chiama camu camu, un frutto originario dell’Amazzonia ricco di vitamina C e polifenoli, i cui estratti sono capaci di aumentare il metabolismo e di ridurre il peso corporeo anche in presenza di diete ipercaloriche.
Insomma, il sogno che diventa realtà: perdere peso mangiando!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui