della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Estate… tempo di viaggi. Eppure questa combinazione di eventi può creare un maggior rischio di comparsa di emorroidi e di crisi emorroidarie, ahimè così violente e dolorose da rovinare qualsiasi vacanza.
Il caldo dei mesi estivi favorisce la dilatazione dei vasi, associata alla sedentarietà dei viaggi, specialmente se si tratta di lunghe tratte, crea un malefico mix di eventi capace di affossare le più rosee ambizioni di relax e divertimento.
Durante il viaggio e il soggiorno poi, spesso si aggiunge la difficoltà di mantenere una adeguata igiene intima, di bere acqua adeguatamente e seguire un’alimentazione ricca di fibre, spesso i cibi che si assumono sono speziati o piccanti, oppure nella peggiore delle ipotesi si può incorrere nella classica diarrea del viaggiatore.
Se siete fra i soggetti a rischio o non volete entrare nel club “emorroidi a gogò” ricordate di seguire alcune regole semplici che vi aiuteranno ad evitare una disastrosa vacanza estiva.
Evitare orari e posti molto caldi.
Curare molto l’igiene intima.
Assumere molta acqua e adeguate quantità di fibre (frutta, verdura, cereali integrali, yogurt) aiutandovi anche con integratori.
No a cibi piccanti o con spezie irritanti.
Fare molte soste durante i viaggi e spostamenti in auto, aereo e soprattutto in moto.
In vacanza spesso si fa molta attività sportiva, ma è preferibile fare lunghe camminate o nuotare: evitate attività che provocano sforzi addominali e soprattutto traumi anali come il ciclismo o l’equitazione.
Infine rivolgetevi al vostro medico per i consigli e i farmaci preventivi e curativi più adatti a voi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui