della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Ci sono delle spezie il cui profumo evoca naturalmente l’odore della festa, dei dolci in famiglia… una di queste è sicuramente la cannella, dal bel colore ambrato, dal sapore dolce e profumato, da aggiungere insieme alla frutta nei dolci o semplicemente da spargere sulle fette di un dolce tiepido.
Le spezie sono sempre state in passato un mezzo per aggiungere ai pochi ed elementari alimenti, come la farina, il miele e le mele, un surplus di sapori e profumi, anche se per secoli è stata appannaggio della sola aristocrazia.
Oggi che con il ritorno di interesse verso le terapie naturali e la nascita della Nutraceutica, anche la cannella è stata oggetto di interesse e di studi da parte della ricerca scientifica più avanzata, e secondo quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista METABOLISM, essa potrebbe essere un’arma contro l’obesità.
Il sapore intenso e profumato della cannella deriva da un olio essenziale in essa contenuto, l’aldeide cinnamica, che è in grado di indurre le cellule grasse o adipociti a lavorare di più, bruciando più energia. Dopo i primi test sugli animali, il miglioramento del metabolismo dei grassi è stato osservato anche su adipociti umani.
Naturalmente, prima di aggiungere cucchiaiate di cannella nei vostri dolci natalizi per cercare di porre un argine ai chili in più in arrivo dalle feste, sappiate che sono necessari ancora molti studi prima di poterne sfruttare i benefici metabolici senza effetti collaterali.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui