Protegge dalle energie negative.

Il Turchese sin dall’antichità veniva considerato come una sorta di protettore personale. Il suo colore caratteristico è dato dalla composizione di Alluminio e Rame ed è una delle Pietre che maggiormente cambiano di colore a contatto del corpo. Recenti studi rilevano che in situazione di stress aumenta il livello di rame nel nostro organismo. Indossando il Turchese, avviene uno scambio di elementi: in questo caso la Pietra diventa più verde perchè assorbe il nostro rame in eccesso. Quando invece diventa più azzurra, siamo noi ad assorbire dalla Pietra quelle particelle di metallo di cui abbiamo bisogno. Se il Turchese cambia molto di colore, è meglio toglierla e lasciarla riequilibrare. Porta, a chi la indossa, tranquillità e serenità, gioia e pace interiore. È anche adatta per chi lavora in ambienti aperti al pubblico, dove più spesso gravano energie negative. Un’antica e universale usanza abbina il Turchese al Corallo, altro grande scudo protettore, proprio a conferma di quanto potenti siano entrambi, al fine di assicurare a chi le indossa, una potente protezione personale.
In Cristalloterapia la sua collocazione è sul V° Chakra (gola) per stimolare, attraverso le funzioni di questo punto, la comunicazione e le emozioni connesse con la parola e il contatto con gli altri.
Mitologia: II Turchese ha ricevuto il proprio nome dalla Turchia, terra nella quale detto minerale venne per la prima volta scoperto dai crociati. Presso parecchie culture esso veniva utilizzato come amuleto contro i sortilegi di ogni tipo e per garantire a colui che lo indossava forza, salute e gioia di vivere. Secondo la leggenda, il Turchese era in grado di avvertire il suo proprietario  dell’avvicinarsi di un eventuale pericolo.
Spirito: Aiuta il soggetto a riconoscere le cause alla base degli eventi della sua vita, cause che lui stesso ha generato e che non tarderanno a far sentire i propri effetti. L’individuo impara, così, a prendere nelle sue mani le redini del proprio destino.
Psiche: Il Turchese stabilizza gli stati d’animo estremi, riducendo la tendenza al vittimismo. Infonde nuova energia nei momenti di stanchezza, depressione ed esaurimento. Quando l’individuo è troppo sensibile, il Turchese protegge dalle influenze esterne.
Mente: Rende il soggetto calmo e tranquillo ma, allo stesso tempo, vigile e dinamico. Promuove in modo notevole l’intuizione.
Livello fisico: Neutralizza gli stati di iperacidità ed attenua i reumi, la gotta, i problemi allo stomaco e le infezioni virali. Promuove il processo della crescita. Produce l’aumento della forza muscolare, dell’energia, della facoltà rigenerativa, dell’attività cerebrale e della sensibilità. Riduce il dolore, gli spasmi, le infiammazioni ed agisce da disintossicante.
Impiego: Deve essere tenuto a contatto del plesso solare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui