della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Il viaggio è stato l’oggetto di uno studio americano che ha esaminato come possa influenzare il benessere personale in base alle modalità, la durata, lo scopo e la compagnia.
In questo sondaggio venivano proposte in base alle caratteristiche degli spostamenti varie emozioni che il viaggio poteva suscitare tra le quali felicità, stress, stanchezza e tristezza.
La bicicletta è stato il mezzo più associato alla parola “felicità” sia per andare al lavoro che per una passeggiata, mentre i mezzi pubblici hanno avuto il punteggio più basso. La durata del viaggio è inversamente proporzionale al grado di soddisfazione, più lungo è meno si è felice, mentre lo scopo conta molto, le emozioni positive aumentano se dobbiamo incontrare un amico o una persona cara; infine, altro fattore importante sono i nostri compagni di viaggio: viaggiare in famiglia o con amici rende felici e influenza positivamente il nostro benessere personale.
In fondo andare in bici è un’attività fisica capace di stimolare la produzione di endorfine che regalano benessere e predisposizione positiva ad affrontare la giornata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui