della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

È da sempre un alimento amato dalle donne per il suo sapore dolce e aromatico e per le sue proprietà digestive e sgonfia-pancia, ma adesso arriva un lavoro scientifico di una ricercatrice (donna!) dell’Università di Teheran che dimostra che il finocchio migliora i sintomi nelle donne in post-menopausa.
Questa ricerca è stata pubblicata su ”Menopause”, rivista scientifica molto accreditata, e i dati preliminari suggeriscono che il finocchio possa rappresentare un trattamento efficace per i fastidiosi sintomi della menopausa a cominciare dalle famose e sgradite vampate.
In questo studio 90 donne tra i 45 e i 60 anni che presentavano sintomi tipici sono state divise in due gruppi, entrambi hanno ricevuto ogni giorno due capsule morbide contenenti 100 mg di finocchio o di placebo. Dopo circa 3 mesi vista la differenza significativa tra i due trattamenti le autrici hanno concluso che il finocchio può essere un’arma efficace e sicura, adatta a diminuire i sintomi della menopausa senza alcun effetto collaterale.
Ecco un modo per utilizzarlo in cucina e godere del suo sapore ricco e salutare: frullatelo con olio, limone, pepe e uno spicchio di aglio se vi piace, aggiustate di sale e usate questa salsetta su di un filetto di pesce cotto semplicemente in forno per 15-20 minuti.
Buon appetito!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui