della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Gli studi scientifici si occupano di malattie più o meno gravi usando parametri e terminologie professionali di non facile lettura ai non addetti ai lavori.
Siamo quindi piacevolmente sorpresi della recente pubblicazione di due lavori che riguardano il benessere e la salute in generale e il suo rapporto con lo stress e la felicità, intesa come stato di soddisfazione psicologico e positività mentale.
Il primo lavoro, pubblicato su ”Molecular Psychiatry” ha dimostrato che seguire una dieta sana può non bastare a curare la nostra salute se non evitiamo gli eventi stressanti. Somministrando due colazioni diverse per contenuto di grassi cosiddetti buoni e cattivi a due gruppi di donne, si è visto che gli eventi stressanti sono capaci di annullare gli effetti benefici di una colazione ricca di grassi buoni, anzi, queste donne presentavano nel sangue livelli di infiammazione peggiori del gruppo che aveva consumato grassi cattivi ma che non avevano avuto stress.
Il secondo lavoro è stato pubblicato su ”American Psychological Association” e riguarda il legame tra la felicità e la salute. Il rapporto positivo che è stato ”misurato” in quasi 2000 coppie di mezz’età, indica che la presenza di un partner felice e sorridente fa vivere meglio e in salute per più tempo. Un partner allegro e felice dà un maggior sostegno psicologico e materiale, riduce l’impatto degli eventi stressanti e negativi, e rende per certi versi la vita più semplice. Lo studio ha riguardato coppie tra i 50 e i 94 anni d’età e non ha mostrato differenze tra mogli e mariti.
In definitiva saper gestire lo stress e le proprie ansie, scegliendo un partner allegro e sorridente, aiuta a mantenerci in forma e a vivere meglio e più a lungo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui