Che l’olio extravergine di oliva non sia più il nemico delle diete si capisce dalla sua comparsa nelle recenti prescrizioni dei nutrizionisti più in voga, addirittura con scritto vicino ”A PIACERE” o ”QUANTO BASTA”.

È una vera rivoluzione! Dopo anni di boicottaggi e calunnie, finalmente si riconoscono i pregi e soprattutto i vantaggi dell’uso dell’olio EVO anche nelle diete dimagranti.

Gli altri oli non reggono il confronto, sia dal punto di vista del gusto sia da quello nutrizionale.

Delle qualità di questo antico e favoloso alimento sappiamo ormai molto. L’olio evo, infatti, non solo esalta e impreziosisce tutti i piatti con il suo gusto inconfondibile, ma possiede una serie di proprietà che si rivelano fondamentali per il nostro benessere

1) È ricco di preziosi antiossidanti;
2) Se associato alla dieta mediterranea, previene l’arterosclerosi;
3) L’uso di almeno mezzo cucchiaio al giorno riduce il rischio di qualsiasi malattia cardiovascolare e coronarica;
4) Migliora le funzioni cognitive;
5) Riduce di un terzo le probabilità di ammalarsi di diabete negli adulti ad alto rischio cardiovascolare.

Nella dieta dimagranti l’olio EVO, oltre a fornire numerosi nutrienti indispensabili, aumenta il senso di sazietà. Alcuni studi scientifici hanno poi dimostrato una maggiore riduzione del peso corporeo, una maggiore capacità antiossidante del plasma e una riduzione dell’espressione dei geni responsabili dell’arterosclerosi nelle diete di tipo mediterraneo tradizionale arricchite da olio EVO. Vince inoltre la sfida come sostituto di margarina, burro o olio di cocco (quest’ultimo in particolare, molto in voga in alcune diete, non dà benefici alla riduzione della circonferenza vita e del grasso corporeo!).

Dunque l’olio sì, ma quello buono!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui