della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Il ritorno alla brutta stagione all’epoca del Covid rende necessario prendersi cura del nostro sistema immunitario, che per svolgere efficacemente il suo compito ha bisogno di un adeguato apporto di alcuni nutrienti.
Tra questi la vitamina C, il selenio, lo zinco e la vitamina D, che sostengono e aumentano le difese immunitarie in vario modo; la vitamina D in particolare è stata oggetto di numerosi studi in quanto può diminuire il rischio di infezioni virali delle vie respiratorie. La sua carenza sembra infatti che aumenti le probabilità di contrarre l’infezione da Coronavirus. Inoltre i livelli di vitamina D sono correlati al trattamento di specifici sintomi Covid, come la mancanza dell’olfatto e del gusto.
Essenziale è anche l’azione dei Flavonoidi, composti ad azione antinfiammatoria capaci di ridurre lo stress ossidativo e diminuire la formazione di radicali liberi. La quercetina, per esempio, ha dimostrato la capacità di ridurre l’infiammazione cronica proprio a livello delle vie respiratorie. Alla quercetina sono inoltre riconosciute proprietà regolatrici del ritmo cardiaco e sulle funzioni cognitive. Ne è ricca una pianta di origine indiana, ma senza andare così lontano possiamo trovarla in buona quantità nei capperi sott’aceto, nelle cipolle rosse, nel radicchio, nei broccoli, nelle mele e nell’uva, prodotti autunnali della nostra dieta mediterranea. Ancora una volta, la natura ci offre spontaneamente con le sue stagioni ciò di cui il nostro organismo ha veramente bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui