di Maruska Romani.  

Sempre più spesso sentiamo parlare di intolleranze alimentari e, al riguardo, due scuole di pensiero opposte, una che le ritiene reali e l’altra che le considera una pura e vana invenzione, si contendono il primato.
Una cosa, però, è certa: alcune persone tendono a evitare determinati cibi perché non facilmente digeribili o perché condizionati dal conteggio giornaliero delle Kcal e dalle tabelle nutrizionali.
Tra gli alimenti più osteggiati oggi figurano sempre più frequentemente il latte e i suoi derivati per la presenza del disaccaride lattosio che sembra essere difficilmente digeribile per alcuni individui che hanno carenza dell’enzima lattasi in grado di trasformarlo e ridurlo. Ora, che siate intolleranti, che siate tipi attenti alla dieta, o che siate semplicemente amanti dei dolci fatti in casa, potreste trovare interessante e spassoso realizzare la ricetta che vi propongo qui di seguito.
TIRAMISenzaLatte è il nome più piacevole e accattivante che ho saputo dare a questo tiramisù che, nonostante le varianti moderne, conserva in sé la tradizione del tipico e amato dolce italiano dalla maternità ancora molto contesa.
Come si prepara? In generale evitando il più possibile ingredienti che contengano appunto il latte (e lattosio dunque), quindi prediligendo nel particolare biscotti che mostrino sulla confezione la scritta SENZA LATTE e un mascarpone o formaggio fresco spalmabile che sia SENZA LATTOSIO.
INGREDIENTI (per un TIRAMISenzaLatte di una teglia da 50×45 ca.):
• 500 g (o anche di più, dipende da quanto siete generosi nelle dosi sostanzialmente!) di biscotti senza latte, trovabili in quasi tutti i supermercati ormai;
• 4 uova;
• 100 g di zucchero;
• Cacao amaro;
• 300 – 400 g di mascarpone/formaggio spalmabile senza lattosio;
• 1 bicchiere di caffè o orzo (zuccherato a vostro piacimento).

Ordine di preparazione:
1. Preparare innanzitutto il caffè/orzo così che abbia sufficiente tempo per raffreddarsi.
2. Separare gli albumi dai tuorli e montare questi ultimi con lo zucchero.
3. Aggiungere a poco a poco il mascarpone/formaggio spalmabile alla spuma continuando a montare fino a ottenere una crema ben amalgamata e omogenea.
4. Montare a questo punto gli albumi a neve (è possibile aiutare il processo con l’aggiunta di un pizzico di sale! Ma che sia davvero un pizzico, altrimenti rischiate di realizzare un TIRAMISalato!).
5. Unire le due creme ottenute utilizzando per questo passaggio un cucchiaio di legno e movimenti delicati dal basso verso l’alto che non facciano smontare il tutto.
6. Bagnare i biscotti nel caffè/orzo ormai raffreddato e disporli a mano a mano nel vostro contenitore.
7. Ricoprire il piano di biscotti con della crema e spolverare con cacao amaro. Ripetere il passaggio 7 fino ad esaurimento ingredienti!
8. Spolverato e decorato anche l’ultimo strato superiore con il cacao, il vostro dolce è pronto per entrare in frigo dove dovrà restare per almeno 2 – 3 ore prima di essere servito.

Fidatevi, il TIRAMISenzaLatte è squisito e facile da realizzare.

Leggere nemmeno troppo attentamente il foglio illustrativo.
Somministrare anche al di sotto dei 12 anni.
Può avere effetti desiderati come il poter peccare di gola senza il fastidio di una digestione difficoltosa.
Se il sintomo di golosità persiste consultare ancora questa ricetta!

Un consiglio vorrei darvelo: non siate parsimoniose con le dosi!
Il mio fidanzato, da amante della buona tavola, quando ci troviamo a cucinare insieme, mi ripete sempre “Abbonda! Sii generosa! Che quel che metti in cucina lo ritrovi nel piatto!”.
Provate voi a dargli torto! 😉

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui