di Enrica Balletta.

Paesaggi variegati, viuzze in cui privarsi delle cartine, colori dalle tinte intense, castelli fiabeschi, profumo di mare, degustazioni di vini tipici, panorami in grado di far perdere il fiato…
Organizzare anche solo qualche giorno in giro per Lisbona e dintorni, vi consentirà di scoprire la vera essenza del Portogallo che sono certa si rivelerà per voi tutti un affascinante ed indimenticabile Paese.
Lisbona, la sua capitale è piena di colori intensi e di folclore nel quale potersi immergere fin dal proprio arrivo.
Prima regola per poter entrare nel vivo della città, sorseggiare subito un bicchierino di ginjinha che vi consentirà, in pochi minuti, di perdere completamente il senso dell’orientamento in giro per i suoi caratteristici quartieri. Le zone da non perdere  della città vecchia sono senza alcun dubbio la Baixa lungo il Fiume, e Rossio, nella zona più a Nord. Indimenticabile il senso di immenso che potrete percepire nella sterminata Praca do Comèrcio con la sua massima attrattiva rappresentata dall’Arco da Victòria.
Salendo ad ovest della Baixa potrete raggiungere il raffinato quartiere del Chiado, ricco di negozietti tipici dove poter dare sfogo alla vostra passione per lo shopping estremo.
Per carpire a pieno la vera essenza di Lisbona è quasi obbligatorio salire sul Tram n. 28 che vi consentirà di attraversare in lungo ed in largo la città ma anche di trattenere il fiato all’idea di poter attraversare delle vie incredibilmente strette e di percorrere salite a dir poco ripidissime.
Giunti all’Alfama, preferibilmente al tramonto, vi consiglio di avventurarvi alla ricerca di un localino dove poter ascoltare il Fado, malinconica musica tipica di questa terra e soprattutto poter gustare le caratteristiche pietanze portoghesi immancabilmente a base di pesce. Non potrete non essere catturati dai profumi che emana ogni singola portata ed assaggiare il baccalà cucinato in mille modi differenti ma con una stessa caratteristica comune: candore, leggerezza e sapore di mare puro, o le sardine anche semplicemente grigliate.
Raggiungendo la zona alta della città, il Barrio Alto, troverete  tutte le tipiche viuzze intrise di locali notturni in cui potere trascorrere l’intera serata in maniera itinerante. Immancabili i punti panoramici, Miradouro da Graca o  Miradouro da Senhora do Monte, da cui poter intravedere la città tutta e le sue infinite ricchezze storico artistiche: il Castello de Sao Jorge, la Cattedrale del Sé, o la Chiesa de Sao Vicente de Fora.
Se riuscite a trattenervi qualche giorno in più vi consiglio di effettuare almeno una escursione con destinazione Sintra, che dista meno di un’ora di treno da Lisbona e che, al ritorno vi consentirà di visionare l’indimenticabile panorama di Cabo de la Rocha e Cascais.
Giunti a Sintra sono certa che perderete completamente la nozione del tempo e vi sembrerà di passeggiare lungo i sentieri di una città delle favole.
Caratteristici sono, infatti, i suoi castelli che dominano dall’alto, così come i suoi antichi monasteri ed i giardini incontaminati.
Un’altra escursione degna di essere fatta potrebbe avere come destinazione il quartiere Belem, caratterizzato da monumenti in stile manuelino rientranti nel Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, che oltre ad offrirvi una visita nello splendido Mosteiro dos Jeronimos ed alla torre di Belem, vi consentirà di assaggiare le Pastel de nata, tipico dolce portoghese a base di pasta sfoglia e crema, più buone della zona. Sono certa che, come per le ciliegie, anche voi ne assaggerete una dietro l’altra all’infinito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui