di Graziella Bellardini.  

Narni si definisce con orgoglio centro geografico d’Italia, ma oltre la semplice topografia esso racconta la storia del nostro paese.
Un lungo susseguirsi nel tempo di conquiste e distruzione, sempre al centro di dispute, e crocevia di lotte di potere e saccheggi; la sua stessa tenace e contorta costruzione su di uno sperone collinare, a tratti a capofitto sulla valle del fiume Nera, le regala una varietà di paesaggio e di bellezza da assaporare camminando tra i vicoli irregolari e le strade circondate da palazzi nobiliari con i cortili assolati e fioriti.
Intorno le colline verdissime sono interrotte qua e là da splendidi manieri e antichi conventi costruiti in maniera ardita in splendido isolamento.
Ma è nei suoi sotterranei che questa storia si anima e riemerge tra le pieghe del tempo, ancora vibranti di emozioni lungo un percorso tra secoli diversi ma legati dall’alternarsi delle vicende umane.
Un gruppo di ragazzi curiosi e intraprendenti, spinti da spirito dell’avventura e con lavoro certosino ha fatto riemergere questi brandelli di storia in un percorso affascinante e sorprendente.
Fatevi guidare da Roberto nella ”Narni sotterranea” tra ardite cisterne romaniche, arte e intrighi massonici, chiese bizantine e misteri medievali, con il suo entusiasmo e la sua capacità di coinvolgervi nel giro vorticoso delle vicende storiche.
Al riemergere dirigetevi verso le sue locande e osterie dove potrete gustare la ricca e saporita cucina locale. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui