ovvero… CAPODANNO COI BOTTI
della Dott.ssa Marialuigia De Lucia, abilitata alla professione forense.

Artificieri provetti di tutta Italia, unitevi!
Capodanno si avvicina e, per evitare il solito elenco dei feriti a causa dei fuochi di mezzanotte, riteniamo interessante diffondere qualche utile informazione su ciò che prevede la legge in materia dei cosiddetti “botti di capodanno”, impropria dizione che enuclea in sé dai fuochi d’artificio più complessi fino alle stelline luminose apparentemente innocue.
Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza ogni anno, il 1° gennaio, diffonde le statistiche sul tema.
Nel 2017 il bilancio è stato chiuso con 184 feriti, 38 arresti e 216 persone denunciate a piede libero. Nel 2018 i feriti risultano invece 212 di cui 11 da arma da fuoco contro i 6 del precedente anno.
Da un quinquennio non si registrano decessi, fortunatamente, ma i dati sono comunque allarmanti e denotano quanto ci sia ancora da lavorare, in termini di “approccio culturale” e di campagne di sensibilizzazione verso un apparente gioco, che tuttavia se trattato con superficialità e scarsa informazione può essere letale o causare menomazioni gravi, ahinoi, anche su minori tra i 13 e i 17 anni.
Ogni comune d’Italia, sulla base di valutazioni specifiche, adotta le proprie misure di prevenzione predisponendo divieti più o meno rigidi, che possono includere solo il centro storico o l’intero territorio, aree pubbliche, come anche aree private che possano interferire col suolo pubblico.
Solitamente la sanzione che accompagna il divieto è una multa che oscilla dai 25 ai 500 euro. Chiunque fosse interessato a compiere gli approfondimenti del caso potrà consultare il sito del proprio comune in prossimità del capodanno e trarne le relative informazioni.
Vi è tuttavia una generale inconsapevolezza circa la necessità di sostenere un esame di idoneità per conseguire il cosiddetto “patentino” da fuochista.
Una fonte molto interessante in materia è reperibile sul sito della Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Roma – ove è possibile trovare un elenco delle fonti normative che disciplinano la materia che, per comodità di lettura, ho inserito in nota (1), nonché le materie di esame per conseguire il patentino da pirotecnico.
Esse comprendono cognizioni sulla composizione e classificazione degli esplosivi, sulla accensione, sul trasporto e deposito degli stessi. Inoltre occorre avere nozioni sulla prevenzione incendi, sulla combustione, sulla gestione delle emergenze in caso di incendio, ecc.
Prima di improvvisarsi “pirotecnici” maneggiando le famose “bombe di Maradona” dovremmo quindi sapere, almeno a grandi linee, di che cosa si tratta, cosa può scaturire da atteggiamenti irresponsabili e avere qualche idea di come comportarsi in caso di incidente.
Le campagne degli ultimi anni tendono, giustamente, a creare una sensibilizzazione sociale verso il tema, verso i pericoli da scongiurare, verso i danni che ne possono derivare alle persone, agli animali sensibili come i cani e gatti che sono i nostri compagni di vita più stretti, alle cose.
Un tratto di strada è stato fatto e la netta inversione di tendenza sui decessi è un dato confortante, ma non bisogna abbassare la soglia dell’attenzione e continuare il percorso virtuoso intrapreso.
Prudenza e consapevolezza dunque, and… Happy New Year!

———————————————
(1) Riferimenti normativi           
-Testo Unico delle Leggi di P.S. e Regolamento d’esecuzione; R.D. 18 giugno 1931 n. 773 (artt. da 46 a 57) e R.D. 6 maggio 1940 n. 635 (artt. da 81 a 110 e Allegati “A- e “B”- – cap. II, III IV, VI, X, Xl, XII, – Parti I e III);
-Legge 18 Aprile 1975. n. 110 (norme generali su armi ed esplosivi) e s.m.i.;
-Legge 21 febbraio 1990. n. 36 (detenzione armi ed esplosivi) e s.m.i.;
-Circolare Min. Interno n. 559/C.25055 dell-11.1.2001 (G.U. 2 febbraio 2001n. 27) e s.m.i.;
-D.Lgs. 9 aprile 2008. n. 81 (norme sulla sicurezza dei lavoratori e degli ambienti di lavoro) e s.m.i.;
-D.Lgs. 4 aprile 2010. n. 58 (munizioni e prodotti pirotecnici) e s.m.i.;
-D.M. Interno 9 agosto 2011 (prodotti pirotecnici ed esercizi di minuta e vendita) e s.m.i.;
-D.L. 9 febbraio 2012. n. 5 art. 13 (semplificazione amministrativa; licenze in materia di armi ed esplosivi) e s.m.i.;
-D.Lgs. 25 settembre 2012 n. 176 (prodotti pirotecnici) e s.m.i.;
-D.M. Interno del 26 novembre 2012;
-D.L. 238/2005 e s.m.i.;
-D.Lgs. 29 luglio 2015 n.123; D.M. Interno 16 agosto 2016;
-D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 – Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui