QUALI SONO GLI STRUMENTI A DISPOSIZIONE DEL CONTRIBUENTE CHE RICEVE UN AVVISO D’ACCERTAMENTO?   
Gli strumenti di difesa azionabili dal contribuente che riceve un avviso d’accertamento dall’Agenzia delle Entrate, come già rappresentato nel precedente articolo IL FISCO PER L’ESTATE  sono cinque.
Analizziamo il terzo.
Mediazione,  ricorso e riscossione a titolo provvisorio (art.17-bis del D.lgs.  n. 546/1992)
Mediazione: al fine di prevenire le liti “minori”, che possono essere risolte senza ricorrere al giudice, il D.L. n. 98/2011 ha introdotto l’istituto del reclamo-mediazione che garantisce al contribuente tempi brevi e certi per addivenire ad un accordo con l’Agenzia delle Entrate ed ottenere sanzioni ridotte al 40%.   Per le controversie di valore non superiore  a € 20.000,  entro 60 giorni dalla notifica dell’atto, si deve presentare istanza di reclamo-mediazione all’Agenzia delle Entrate altrimenti non è possibile procedere con l’eventuale ricorso alla Commissione Tributaria. Nella suddetta istanza il contribuente deve formulare una motivata proposta di mediazione, completa della rideterminazione dell’ammontare della pretesa erariale.   
Decorsi 90 giorni senza che sia stato notificato l’accoglimento dell’ istanza o senza che sia stata conclusa la mediazione,  il contribuente può costituirsi in giudizio in Commissione Tributaria Provinciale depositando l’istanza di reclamo-mediazione che vale come ricorso.
Il Ricorso: il  contribuente che sceglie di impugnare l’atto ha 60 giorni di tempo dalla notifica, tenendo conto che il calcolo dei giorni è sospeso per il periodo che va dal 1 agosto al 31 agosto. Se è stata presentata istanza di reclamo-mediazione il termine per l’impugnazione è sospeso per 90 giorni dalla presentazione dell’istanza. Per instaurare il giudizio,  il ricorso  deve essere notificato all’ufficio che ha emesso l’atto tramite consegna diretta, o spedizione del ricorso originale a mezzo plico postale senza busta, o a mezzo di ufficiale giudiziario. Entro 30 giorni dalla data di proposizione del ricorso, deve costituirsi in giudizio presso la Commissione Tributaria Provinciale mediante deposito o spedizione tramite il servizio postale (con plico raccomandato senza busta con avviso di ricevimento), alla segreteria della Commissione di un apposito fascicolo contenente l’atto impugnato, la copia del ricorso notificato alla controparte, e i documenti che produce. Il mancato rispetto del termine di 30 giorni comporta inammissibilità. Con il deposito del ricorso si incardina il procedimento. 
Il ricorso ha un contenuto obbligatorio, in assenza è inammissibile. Deve contenere le  generalità del ricorrente, il domicilio eletto e il rappresentante, gli estremi dell’atto impugnato, i  motivi, e l’elenco dei documenti prodotti.
Nel processo tributario si applica il contributo unificato determinato sul valore della lite.

Riscossione a titolo provvisorio: Il contribuente che presenta ricorso è intimato ad adempiere, entro il termine di presentazione dello stesso, all’obbligo di pagamento di un terzo degli importi dovuti per imposte e interessi.
Se non definisce per intero l’accertamento (v. Il fisco per l’estate 1), o non definisce le sole sanzioni (v. Il fisco per l’estate 2 ) e neppure presenta ricorso, è intimato ad adempiere entro il termine di presentazione del ricorso, all’obbligo di pagamento del totale delle  somme dovute.
E’ possibile sospendere l’efficacia dell’atto richiedendo la sospensione del pagamento delle somme dovute a titolo provvisorio. La sospensione può essere chiesta in via amministrativa all’Ufficio che ha emesso l’atto o in via giudiziale alla Commissione Tributaria Provinciale a cui viene presentato il ricorso, insieme a questo o con atto separato. Nel caso di presentazione dell’istanza di reclamo-mediazione la riscossione è sospesa per 90 giorni per lo svolgimento del procedimento di mediazione. Decorsi i 90 giorni senza che sia stato notificato l’accoglimento dell’istanza o conclusa la mediazione, la sospensione viene meno. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui