della Prof. Maria Silvia Basilicata.

È un ascolto molto particolare quello di cui parlerò. Forse per questo motivo è un’Arte…

Parlerò infatti dell’ascolto dei battiti del cuore: sono essi che ci consentono di ottenere risposte alle nostre domande.

Ma a quali domande?, chiederete voi, a quelle semplici che ci permettono di sapere cosa mangiamo, dove andiamo a passeggiare, cosa abbiamo comprato, eccetera eccetera?

Penso proprio di no, penso infatti che il cuore voglia dirci qualcosa di più profondo forse anche di più brutto, ma sicuramente notevole, complesso, travolgente.

I battiti del cuore sono segnali, il primo ci dice di ascoltare i successivi. A volte però non comprendiamo: non è da tutti possedere l’arte della comprensione. Però…

Nel suo libro, libro che mi conquistò per il suo intrigante titolo L’arte di ascoltare i battiti del cuore, l’autore racconta una incantevole, avvincente, commovente storia d’amore.

E allora ecco scoperto il mistero: il cuore batte perché vuole parlarci dell’Amore, di quell’universo che racchiude in sé gioia, dolore, speranze, aspettative, progetti, luce, ombre, armonia e tanto altro ancora.

Perché è questo l’Amore.

Ma è anche “una forza selvaggia. Quando tentiamo di controllarla ci distrugge. Quando tentiamo di imprigionarlo ci rende schiavi. Quando tentiamo di capirlo ci lascia smarriti e confusi”.

E ancora: “ogni grande amore è ricco di momenti di rabbia e di tristezza, di violenza e solitudine”.

Molto particolari e forti queste riflessioni, vero? Non è però la risposta che i giovani sceglierebbero anche se è stata data da due grandi poeti…

Senza alcuna pretesa, a me piace invece pensare all’Amore come incontro, sorriso, dono.

Soprattutto dono perché quando si parla di doni non si è più soli: donare presuppone una consegna, e una consegna presuppone un consegnatario e un ricevente: un IO e un TU, niente solitudine, ma incontro.

Se parliamo di Arte un accenno anche all’Artista.

Penso che l’Artista sia colui che porta fuori qualcosa che è chiuso dentro di sé, la concretizza e la rende visibile non solo con una canzone, un quadro, ma anche con un abbraccio, con un bacio.

E chi ama è un Artista e fa parte “di un Infinito ricco, pieno, immenso, vivo che sarà ancora più perfetto e sarà una stupenda opera d’arte se riuscirà a completarsi in un sentimento d’amore”.

L’arte di ascoltare i battiti del cuore: “se riesco a farlo, il mio essere, la mia esistenza sarà una finestra illuminata in una notte buia, sarà una quiete accesa”.

Anche noi tutti potremmo diventare Artisti ed esercitare l’Arte del cuore.

Jan Philipp Sendker, L’arte di ascoltare i battiti del cuore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui