Fuggono, svanendo all’orizzonte,
sogni erranti confusi di pensieri,
s’intrecciano disordinatamente 
profumi, suoni, immagini, sapori. 
Inibiti da futili obblighi imposti 
che scoraggiano ogni buona prospettiva, 
sogni sopraffatti, disarmati, scomposti, 
perdono ogni loro aspettativa. 
Impavida, la mente oppone resistenza, 
eludendo i rigidi alvei costruttivi; 
ambisce, con slancio, ad oasi creative, 
luoghi ameni di innegabile coscienza; 
rifugi esistenziali, mete sconfinanti 
che rendono spazio ai propri sogni erranti. 

Ines Grottelli

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui