di Riccardo Bellardini.    
 
Luogo comune o meno il cane è da sempre considerato il migliore amico dell’uomo. Proprio per questa sua particolare capacità di saper essere una sorta di amico leale e protettivo, oltre che affettuoso, il cane può considerarsi in qualche misura “umano” quasi come noi.
C’è però un cane che a mio parere si presenta più umano di tutti, quello che in fondo ci somiglia di più, e lo posso affermare sulla base della mia diretta esperienza e conoscenza: il carlino.
Il mio carlino si chiama Gregorio, ha quattro anni e mezzo.
È un molossoide di piccola taglia. Ha il pelo bianco, il muso nero e rigorosamente piatto, gli occhi grandi e tondeggianti ed il naso nascosto sotto alcune rughe.
Il suo respiro è quasi paragonabile ad un rantolo, come se avesse l’asma. Questa caratteristica è tipica dei cani con conformazione brachicefala, ed e’ un aspetto che per tale ragione lo rende particolarmente sensibile agli sforzi fisici eccessivi.
Come i maschi della sua razza, nei primi due – tre anni di vita si è mostrato iperattivo, mentre con il passar del tempo è diventato più calmo e rilassato. Nel periodo dell’iperattività erano molto frequenti delle forme di “svenimenti”, dovuti a contentezza eccessiva e frenetica, ma crescendo, state tranquilli, diventano più rari.
Il carlino, infatti, da cucciolo ha una sensibilità incontrollata mentre da grande riesce a gestire meglio le emozioni. Ed è soprattutto questo il motivo per cui ritengo che sia un cane ancora più umano rispetto ad altre razze.
Non ci crederete ma quando perdono conoscenza (può capitare perfino questo!) è necessario aprirgli la bocca per permettergli di tornare a respirare in maniera naturale, e dopo poco, per fortuna, tutto torna come prima.
Per quanto riguarda l’alimentazione il mio carlino mangia due scatolette di carne al giorno, una a pranzo ed una a cena. Segue, quindi, una dieta equilibrata, essenziale per la sua salute, visto che essendo poco incline al movimento, può appesantirsi facilmente laddove non segua una dieta regolare.
E’ un cane piuttosto pigro, poiché il dormire è senza dubbio una delle attività in cui si cimenta con più continuità. Pensate che può dormire anche fino a 20 ore al giorno, perfino russando in grande stile.
Ma questo particolare non esclude che possa essere anche un buon guardiano, a patto che i ladri entrino in azione quando il cane è sveglio!
Ama molto giocare e si rivela un cane socievole, mentre si intristisce quando viene lasciato solo, ulteriore conferma della sua somiglianza al genere umano…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui